Our Blog

Chi abiterà la Casa di Tre Bottoni

La nostra società è in forte trasformazione: sempre più persone sono costrette ad affrontare un’improvvisa povertà, attraversando crisi profonde che rischiano di sfociare in situazioni di marginalità. L’ampliamento delle aree di povertà porta talvolta le persone a mettere in atto comportamenti devianti o a cercare forme di compensazione che aggravano, anziché risolvere, la loro condizione personale e le loro relazioni.

La Casa di Tre Bottoni è nata per offrire una soluzione abitativa di transito nella quale le persone – giovani, madri e padri sole/i, persone che hanno concluso percorsi terapeutici riabilitativi o di accompagnamento al reinserimento – possano sperimentare e acquisire nuove competenze necessarie relative all’abitare, offrendo un supporto relazionale a cura di professionisti educatori e opportunità di partecipazione alla vita sociale in ottica di cittadinanza attiva.

Nello specifico, all’interno della Casa di Tre Bottoni verranno attivati dei percorsi di accompagnamento all’occupazione: alle persone verranno forniti gli strumenti per definire i propri obiettivi e per raggiungerli, supportandone costantemente l’attività e individuando le strategie più adeguate allo scopo.

Successivamente, si potrà lavorare all’ottenimento dell’autonomia delle persone grazie a dei corsi orientati allo sviluppo delle competenze orientate alla ricerca attiva del lavoro e della propria casa. Inoltre, verranno promossi laboratori per lo sviluppo delle competenze relazionali, informatiche e di gestione economica.

potrebbe interessarti anche...

La Casa di Tre Bottoni vista da Agnese e Stefania

La Casa di Tre Bottoni vista da Agnese e Stefania

23 Aprile 2020

Il progetto della Casa di Tre Bottoni ha visto coinvolte sin da subito le due operatrici, Agnese e Stefania, quando ancora era in cantiere, quando la casa non aveva ancora un nome e un carattere. Hanno iniziato a costruire la casa dalle fondamenta, collaborando alla scrittura del progetto ma anche immaginando a come sarebbe diventata...Leggi anche

Riprendere il filo

Riprendere il filo

27 Febbraio 2020

Venerdì 7 febbraio, per festeggiare il primo compleanno di Casa di Tre Bottoni, è andato in scena lo spettacolo “Riprendere il filo”. Il primo di tre appuntamenti in programma quest’anno per affrontare il tema dell’accoglienza e coinvolgere la cittadinanza sul progetto.Leggi anche

scopri di più su accogliere in territorio
Tags:

Mostra i commenti (0)

Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!