Prevenzione e sensibilizzazione
    al Gioco d’Azzardo Patologico

    Perché occuparsi di Gioco d'Azzardo Patologico?

    Perché occuparsi anche di gioco d’azzardo patologico? La scelta del Calabrone di intervenire attivamente su questo filone di azione non è per nulla casuale, anzi è coerente con lo sviluppo della sua “missione”.

    Da anni la cooperativa accompagna molti ragazzi, di diversi gradi e istituti scolastici, verso comportamenti e scelte responsabili, con il rispetto degli altri ma anche di se stessi, tutelando la propria salute. Lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze permette a loro di essere meno vulnerabili ai rischi legati all’utilizzo di sostanze stupefacenti. Anche la nascita e il cammino di comunità territoriali influisce positivamente su questo percorso di maturazione e di responsabilità.

    Da queste esperienze è nata la consapevolezza di poter intervenire attivamente anche nella prevenzione del gioco d’azzardo patologico (Gap). Come? Attivando una serie di interventi e di azioni che prima di tutto hanno il compito di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa importante e spesso sottovalutata tematica, favorendo poi la consapevolezza sui rischi (sociali, psicologici e non solo economici) del gioco d’azzardo e sui meccanismi che portano alla dipendenza.

    Proprio la dipendenza è la conseguenza più insidiosa, perché può trasformarsi in disturbo comportamentale. Questa consapevolezza ha fatto in modo che dal 2016 il Servizio sanitario nazionale abbia inserito il gioco d’azzardo patologico nei livelli minimi di assistenza. Così gli italiani che, purtroppo, sono vittime di questa dipendenza possono essere seguiti, assistiti e recuperati gratuitamente attraverso le strutture sanitarie.

    I progetti attivati dal Calabrone coinvolgono tutte le fasce d’età presenti sul territorio, dai giovani agli anziani. La loro finalità è lo sviluppo di azioni specifiche di informazione, formazione, ricerca e valorizzazione del “gioco positivo” contrapposto a quello patologico, oltre che di sostegno agli esercizi commerciali che hanno scelto di non installare o di dismettere le apparecchiature del gioco d’azzardo.

    Marketing preventivo

    Attiviamo diversi percorsi formativi dove, oltre alla riflessione sul GAP, si  lavora anche per produrre dei volantini, brevi video o altri prodotti di marketing preventivo che possano raggiungere il maggior numero di persone possibili al fine di influenzare i destinatari ad accettare, rifiutare, modificare o abbandonare un comportamento in modo volontario, allo scopo di ottenere un beneficio per i singoli, i gruppi o la società nel suo complesso.

    Mappatura dei luoghi sensibili

    Una vera e propria mappatura dei luoghi sensibili del territorio – istituti scolastici, scuole d’infanzia, luoghi di culto, impianti sportivi, luoghi di aggregazione giovanile, oratori, strutture residenziali e semi-residenziali sanitarie o socio-sanitarie e strutture ricettive per categorie protette – attorno ai quali, per un raggio di 500 metri, per legge regionale non possono essere installati apparecchi di gioco.

    Eventi sul territorio

    Spettacoli teatrali, ideati e realizzati ad hoc con associazioni locali, portano in scena scena le possibili conseguenze (economiche, sociali e relazionali) del gioco d’azzardo patologico proposti in serate aperte al pubblico. Sono organizzate anche anche giornate di gioco e laboratorio educativi per le famiglie, che riescono a coinvolgere l’intero nucleo familiare, permettendo un momento ludico – e senza azzardo –  condiviso tra i genitori e i figli.

    Percorsi nelle scuole

    La collaborazione con gli istituti scolastici di II grado del territorio permette di svolgere degli incontri informativi con gli studenti. Questi incontri hanno l’obiettivo di rendere maggiormente consapevoli i ragazzi in merito alle possibili conseguenze del gioco d’azzardo, aumentando le loro informazioni in merito.

    Aperitivi No Slot

    Gli apertivi no-slot, eventi organizzati all’interno di locali che hanno scelto di rinunciare alle slot machine, hanno un duplice obiettivo: valorizzare la scelta dei gestori degli esercizi e aumentare, con interventi informativi, le conoscenze dei partecipanti rispetto alla tematica del GAP.

    Notizie e approfondimenti

    Zer0verde non azzera

    Zer0verde non azzera

    20 Marzo 2020

    Zer0verde: noi continuiamo a ESSERCI anche singolarmente e a distanza, consapevoli che molto si perde, ma altrettanto consapevoli che, in questa fase di isolamento quasi totale, questa RELAZIONE acquista un nuovo valore.Leggi di più

    Si chiama Zer0verde!

    Si chiama Zer0verde!

    25 Luglio 2019

    Gli spazi, gli arredi e i colori trasmettono l’intenzionalità di accoglienza e  non giudizio. Zer0verde è un luogo dove potersi fermare, dedicare del tempo a sé e “staccare la spina”: propone un percorso terapeutico che offre opportunità strutturate e spazi di relazione informale. Leggi di più

    Un centro per curare la ludopatia

    Un centro per curare la ludopatia

    10 Aprile 2019

    Tante le persone che sabato mattina e pomeriggio sono passate a conoscere la nuova proposta che Calabrone, Bessimo e Gaia hanno inaugurato insieme.Sabato 20 marzo 2019 è stato infatti presentato a Cellatica il nuovo Centro specialistico per il trattamento di disturbi da gioco d’azzardo.Leggi di più

    Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!