CIBI BICI è un progetto che mira a diminuire gli sprechi di cibo creando una rete di recupero e distribuzione sul territorio in bicicletta.


    Come nasce

    CIBI BICI nasce nel 2018 nel territorio di Sanpolino come percorso di volontariato e crescita per giovani di età compresa tra i 16 i 25 anni. Oggi il progetto è attivo anche nella Zona Ovest di Brescia, in particolare nei dintorni di Via Milano: un territorio con forte presenza di cittadini anziani e stranieri e degradato per la presenza di zone industriali abbandonate e per il costante flusso di traffico automobilistico.

    Il progetto implementa e integra azioni già presenti sul territorio in favore del recupero di cibo in eccesso e prossimo alla scadenza; mette a frutto l’esperienza e l’organizzazione logistica con le reti di enti e associazioni e rivendica il valore ambientale apportato dall’utilizzo di mezzi alternativi all’automobile come la bicicletta: il recupero, il trasporto e la ri-distribuzione delle eccedenze alimentari è realizzato interamente su due ruote!

    Come funziona

    CIBIBICI realizza un modello di scambi gratuiti di piccole quantità di cibo tra persone, grazie al quale vengono ridotti gli sprechi alimentari, ed è un’occasione culturale e aggregativa che vede protagonisti i giovani.
    Nei territori in cui è attivo il progetto (Sanpolino e dintorni di via Milano) i negozi di alimentari donano le proprie eccedenze alimentari che vengono ritirate dai volontari in bicicletta e consegnate alle persone in difficoltà economica. 

    Il ritiro e la consegna del cibo di norma occupano un’ora circa nel tardo pomeriggio, l’impegno richiesto ai volontari è variabile a seconda delle proprie disponibilità e di quelle dei negozi. Tutti i volontari attivi nel progetto sono coperti da assicurazione.

    Il progetto è finanziato da Fondazione Comunità Bresciana. La selezione, formazione e attivazione dei volontari è coordinata dalla cooperativa Il Calabrone in connessione con gli enti non-profit presenti sul territorio. Insieme a loro l’associazione di volontariato Maremosso e la cooperativa sociale Cauto strutturano l’azione di recupero delle micro-donazioni alimentari.

    In collaborazione con

    Il progetto è finanziato da

    Gli obiettivi

    Promuovere partecipazione e cittadinanza attiva nei giovani di età compresa tra i 16 e i 25 anni e tra persone in età pensionabile che vivono nei dintorni di via Milano.
    Realizzare un modello di scambi gratuiti per dar sollievo a persone e gruppi familiari in difficoltà economica.
    Contribuire allo sviluppo aggregativo della comunità

    Come partecipare

    Per informazioni:
    Elisa 3394182172
    Simone 3920282686

    Ultime notizie dal progetto

    Questo è un sito unico che richiederà un browser più moderno per lavorare! Please upgrade today!